Detox fegato fatto in casa: l'olio di cardo mariano

Detox fegato fatto in casa: l'olio di cardo mariano

Frantoil LifeEnergy OIL. Olio in casa Primavera

Quando si parla di dieta detox ci sono alcuni alimenti che, per le loro incredibili proprietà, spiccano su tutti gli altri.
É il caso dell'olio di cardo mariano.
Il cardo mariano (Silybum marianum) è una pianta originaria del Mediterraneo.
Il nome cardo significa "arpione" mentre il termine Silybum deriva, invece, dal greco silybon, che significa "ciuffo" e probabilmente allude al fiore che ha un ciuffo di petali colorati lilla­violacei.
Il termine mariano, cioè «di Maria», pare che si riferisca alle venature bianche presenti nelle foglie, che la leggenda vuole siano i segni lasciati dal latte che la Madonna fece cadere su questa pianta mentre allattava al seno il Bambino.
L'impiego di questa pianta risale all'antichità.
Già Plinio il Vecchio (23-79 d.C.), nel I secolo, narrava del cardo mariano come potente rimedio per le malattie del fegato.
Nel Medioevo il cardo mariano fu coltivato nei monasteri e questo fatto ne facilitò la diffusione, che continuò poi nei secoli successivi per opera di vari studiosi.
Nell'800 è stato studiato negli Stati Uniti per le epatopatie e solo negli anni '70 del '900 è stato impiegato in Europa dopo la scoperta del suo contenuto: la silimarina.

Cardo mariano e silimarina: quali benefici?

La silimarina è un flavonoide la cui principale virtù è quella di essere un perfetto rigeneratore del fegato.
La silimarina permette alle cellule del fegato di aumentare la percentuale di rigenerazione dal 400 al 500%.
Ciò significa che questo organo, anche se completamente rovinato o distrutto, può ricostruirsi completamente!
L'olio di cardo mariano consente quindi guarigioni rapide da diverse malattie legate al fegato quali la cirrosi alcolica e non alcolica
ed epatiti tossiche ed epatiti virali, tra cui l'epatite C.
Agisce in particolar modo contro la diminuzione del glutatione (un potente antiossidante naturale) nel fegato: diversi studi scientifici hanno evidenziato
che assumere quotidianamente per un mese un cucchiaio d'olio di cardo mariano, permette di far risalire il tasso di glutatione di oltre il 30%.
La silimarina, inoltre, favorisce la rigenerazione dei tessuti del fegato, aumentando il metabolismo cellulare e stimolando al contempo il DNA del fegato
e la produzione di epatociti, le cellule responsabili dello smaltimento dei grassi e del colesterolo.
Altri benefici apportati dall'olio di cardo mariano sono:
- Tonifica la vescica e agisce sui calcoli biliari.
- Agisce come un potente antiossidante neutralizzando i radicali liberi.
- Favorisce la lattazione
- Utile in caso di emorragie dal naso e mestruazioni abbondanti.
- Particolarmente efficace contro le emorroidi.
- Contrasta il diabete e l'ipertensione.
- Contrasta gli effetti delle radiazioni o della chemioterapia.
- Facilita la crescita dei capelli.

Quale olio di cardo mariano è il migliore?

L'olio di cardo mariano non è un olio per cucinare ma è un olio terapeutico da utilizzare per uso curativo o preventivo.
Ne serve un cucchiaio al giorno per un mese, da rinnovare regolarmente dal momento che il fegato è estremamente sollecitato dall'alimentazione, i farmaci, lo stress e il freddo.
Ma quale olio scegliere?
Gli scaffali dei negozi, cosi anche gli store online pullulano di oli in bottiglia confezionati, biologici, estratti a freddo,ecc..
Il problema di tutti questi oli è uno: l'ossidazione.
L'ossidazione è una reazione chimica che si verifica quando i legami insaturi degli acidi grassi contenuti nell'olio vengono a contatto con l'ossigeno.
É un processo naturale, responsabile anche dell'invecchiamento e dello sviluppo di numerose malattie.
Maggiore è il contenuto di acidi grassi Omega 3 nell'olio e più rapidamente sarà la velocità di ossidazione.
Gli oli sono protetti dall'ossidazione ma unicamente finchè la quantità di antiossidanti naturali presenti (es. vitamina E) non viene consumata.
Raggiunto questo stadio, gli acidi grassi cominciano a deteriorasi e a diventare rancidi.
Come si riconosce un olio rancido? Dal gusto naturalmente.
Un olio ossidato ha perso l'aroma e la fragranza originale e il suo gusto è cambiato!
Non solo, un olio rancido contiene aldeidi: sostanze tossiche in grado di generare depositi di grassi nelle arterie e responsabili dei fenomeni autoimmuni, dell'increcemento dei fenomeni dell'invecchiamento e dello sviluppo dei tumori.
Il metodo più sicuro è sicuramente quello di farsi l'olio a casa a partire dai semi di cardo mariano biologici che puoi acquistare anche sul nostro sito.
Per farlo puoi usare un estrattore d'olio come Frantoil o il Made in Italy di ultima generazione LifeEnergy OIL (l'unico al mondo che potenzia l'azione terapeutica dell'olio grazie all'azione della Gold Disc Technology).
Ti basta infatti inserire i semi nella tramoggia, accenderlo e in pochi minuti avrai l'olio estratto a freddo pronto per essere bevuto!
Il tutto con zero ossidazione e zero perdita di nutrienti ed enzimi.
Se vuoi scoprire di più puoi contattarci allo numero 049502872 e saremo ben lieti di rispondere ad ogni tua domanda.

Scopri la linea

Scopri la nostra linea di frantoi per estrarre l'olio a casa tua dai semi oleosi e della frutta secca in maniera sicura, rapida e senza aver bisogno di effettuare una faticosa pulizia,
Scopri la linea

Aggiungi un commento

Per commentare

Cerca nel blog

vedi tutti gli articoli
Filtra

Categorie del blog

Primavera  (12)
Estate  (6)
Autunno  (3)
Inverno  (2)
Estraggo  (13)
Tiscaldo  (1)
Estrattori  (3)
Differenze  (1)
Estrattore  (9)
Succo Vivo  (1)
Succo e Salute  (4)
Ricette  (18)
Frutti di Bosco  (1)
Daikon  (1)
Essicco  (2)
Frantoil  (9)
Elettromagnetismo  (1)
5G  (1)
Inquinamento elettromagnetico  (1)
Dirty electricity  (1)
LifeEnergy Air  (5)
Come difenderci dall'inquinamento  (1)
Colesterolo  (4)
Zisha  (1)
Vitamine  (1)
Germogli di primavera  (1)
Ricette pentole zisha  (1)
Ricette estrattore  (8)
Ricette Tajine  (1)
Inquinamento  (1)
Igeress  (1)
Estratti  (21)
LifeEnergy PRO  (3)
Germoglio  (1)
Germogli  (2)
Frutta  (1)
Essicatore  (1)
Estraggo PRO  (4)
Essiccatore  (2)
Energie vitali  (1)
Melograno  (1)
Oli vegetali  (2)
LifeEnergy Water  (7)
Ionizzatore d'acqua  (6)
Greenchallenge  (3)
Life Energy PRO  (1)
Barbabietola  (1)
Estrattore di succo  (2)
Germogliatore  (2)
Life Energy Water  (2)
Glicemia  (1)
Ossa  (3)
Ipertensione  (1)
LifeEnergy AIR  (1)
Vitamina A  (1)
Memoria  (1)
Cervello  (1)
Estratti verdi  (1)
Dimagrire in salute  (4)
Tag  (1)
Sgranatore di melograno  (1)
Ceramica Zisha  (1)
Disinfettare frutta e verdura  (1)
LifeEnergy OIL.  (2)
Ananas  (1)
Vitamina K  (1)
LifeEnergy Oil  (1)
Olio di cocco  (1)
Succhi verdi  (2)
Fiori  (1)
Cosa coltivare per fare estratti  (1)
Estratti di fiori  (1)
Tajine  (1)
Ceramica zisha  (1)
Succo verde  (2)
LifeEnergyOIL  (2)
Olio in casa  (5)
Guava  (1)
Estratti energizzati  (1)
Ricette con l'estrattore di succo  (3)
Curcuma  (1)
Come usare l'estrattore: dal taglio della frutta al lavaggio  (1)
Ricette con i dispositivi Siqur Salute  (1)
Tutto sull'estrattore di olio e sui semi oleosi  (1)
Depurazione dell'acqua e ionizzatore d'acqua  (3)
Semi oleosi e frutta secca: le loro proprietà  (1)