Menù salutare di Capodanno: ricette facili e gustose con le pentole in ceramica Spodumene

Menù salutare di Capodanno: ricette facili e gustose con le pentole in ceramica Spodumene

Inverno

La fine dell’anno e le feste si avvicinano, è tempo di pensare a cosa cucinare! 
Se anche tu hai deciso di fare il veglione di Capodanno con gli amici o la famiglia in casa e stai pensando al menù, non perderti i nostri consigli.
Abbiamo usato le pentole in ceramica Spodumene per realizzare un menù semplice, salutare e gustoso, per salutare l'anno vecchio e abbracciare il nuovo.
Perchè le pentole in ceramica Spodumene? Le pentole in ceramica Spodumene incarnano l'arte della cucina moderna, offrendo numerosi vantaggi che trasformano la preparazione di un pasto in un'esperienza eccezionale.
La ceramica Spodumene è una scelta ideale per qualsiasi chef o appassionato di cucina che ricechi una cottura autentica, naturale e che rispetta i principi nutrizionali degli alimenti.

Vantaggi della Ceramica Spodumene in Cottura

La ceramica Spodumene, grazie alla sua struttura porosa composta da minerali e oligoelementi completamente naturali, offre numerosi benefici durante la preparazione dei piatti.
Tra i suoi pregi troviamo:

  • -Conduzione del calore superiore: le pentole in ceramica spodumene durante la cottura emettono raggi FIR (raggi infrarossi lontani).
    Questa tipologia di raggi infrarossi penetra negli alimenti in modo uniforme, contribuendo a una cottura più omogenea e impedendo la perdita di sostanze nutritive dovuta a una cottura eccessiva..

  • -Naturalezza e sicurezza: La ceramica è un materiale naturale al 100%, privo di sostanze nocive come il PFOA, cadmio, nichel e il piombo,e offre una cucina più sicura e salutare.

  • -Struttura porosa: la struttura porosa della ceramica Spodumene conserva il vapore generato dalla cottura del cibo ed esalta i sapori, per risultati di cottura straordinari.

  • - Facili da lavare: le pentole in ceramica spodumene possono essere messe in lavastoviglie e sono naturalmente antiaderenti: basta passare con una spugna e lo sporco scompare quasi per magia!

Form di contatto- pentole in ceramica

COMPILA I CAMPI PER SCARICARE GRATIS IL MINI-RICETTARIO SULLE PENTOLE IN CERAMICA
 

 

Ora che conosci le proprietà delle pentole, immergiamoci in un menu straordinario per celebrare il Capodanno con un menù ricco di sapori raffinati e autentici.

Antipasto: Vellutata di zucchine, stracciatella e gamberi arrostiti

Tempo di preparazione: 25 minuti

Ingredienti per 4 persone:
- 400 gr di zucchine,
- 100 gr di mazzancolle,
- 100 gr di stracciatella,
- scalogno,
- limone, olio, sale, pepe.

Procedimento:
Pela e trita finemente lo scalogno.
Rimuovi le estremità dalle zucchine e tagliale a dadini.
Sbollenta le mazzancolle in acqua bollente per 3 minuti, quindi scolale e sgusciale, rimuovendo anche la coda e il filetto nero.
Lasciale marinare per mezzora con olio, il succo di mezzo limone, sale e pepe.
Nella casseruola in ceramica spodumene con il manico soffriggi lo scalogno a fiamma bassa per 2-3 minuti, aggiungi un bicchiere d'acqua e porta a bollore il tutto. Versa quindi le zucchine tagliate in precedenza e fai quocere per altri 3-4 minuti.
Una volta cotte, frulla il tutto e aggiungi un filo di olio, in modo da ottenere così una crema liscia.
Aggiusta infine con sale e pepe e servi guarnendo con stracciatella e gamberi cotti.

Primo: Risotto di scampi alla zucca mantecato con burrata

Tempo di preparazione: 65 minuti

Ingredienti per 4 persone:

- 320  gr. di riso biologico
- uno scalogno   
- 1 lt. di brodo vegetale
- 8 scampi
- 250 gr. di zucca    
- prezzemolo    
- burro   
- parmigiano reggiano 36 mesi grattugiato    
- 100 gr. di burrata
- olio, sale e pepe
- vino bianco

Procedimento:

Prepara in precedenza il brodo vegetale usando cipolla, carota, sedano, zucchina, sale e pepe.
Taglia la zucca e rimuovi i semi, quindi coprila con della carta d’alluminio e infornatela a 160 gradi per 40 minuti.
A questo punto rimuovi la buccia e frulla la polpa ricavata.
Sguscia gli scampi e privali della testa e del filetto nero.
Pulisci e trita finemente lo scalogno e il prezzemolo, quindi in una casseruola ovale in ceramica Spodumene, scalda un filo d'olio d'oliva e fai rosolare lo scalogno per 3-4 minuti.
Nel frattempo porta in ebollizione il brodo.
Aggiungi il riso e fai tostare per 2 minuti (maggiore sarà il tempo di tostatura e maggiore sarà la durezza del riso al palato).
Sfuma il riso con il vino bianco e continua la cottura per 16 minuti mescolando continuamente.
Aggiungi un mestolo di brodo alla volta, assicurandoti che sia sempre caldo.
L'aggiunta di brodo caldo è fondamentale in quanto permette la fuoriuscita dell'amido dai chicchi di riso.
Dopo 10 minuti aggiungi la zucca frullata e un pizzico di sale, quindi continua la cottura per altri 5 minuti.
Sciogli del burro in un padellino e cuoci gli scampi per 2 minuti, girandoli a metà cottura.
A questo punto il risotto è quasi pronto: non ti resta che mantecarlo con burro, formaggio parmigiano e burrata.
Tieni da parte qualche pezzettino di burrata.
Spegni il fuoco, aggiusta di sale e unisci il prezzemolo.
A questo punto servi caldo guarnendo il piatto con burrata e gli scampi.

Secondo: Stinco di vitello al vino rosso con crema di patate

Tempo di preparazione: 3 ore

Ingredienti per 4 persone:

Per lo stinco:

- 1000  gr. di stinco di vitello
- una cipolla
- due carote
- 3-4 gambi di sedano
- 1 lt. di brodo vegetale
- 30 grammi di burro
- olive snocciolate
- 100 ml. di vino oisso 
- timo, aglio e rosmarino

Per la crema di patate:

- 350  gr. di patate lessate
- 30 gr. di burro
- 50 gr di panna
- noce moscata
- sale

Procedimento per lo stinco:

Taglia il sedano, la carota e la cipolla a mirepoix.
Nella casseruola in ceramica spodumene alta aggiungi dell'olio extravergine d'oliva e portalo a una temperatura medio/alta.
Appena è caldo aggiungi lo stinco di vitello e fallo rosolare, finchè non avrà un colore dorato da tutti i lati.
Dopo alcuni minuti aggiungi le verdure  e bagna con il vino rosso (consigliato il curtefranca), precedentemente lasciato a temperatura ambiente ( è sconsigliato usare un frigo lasciato in frigo).
Lascialo evaporare completamente e raggiungi le olive, un rametto di rosmarino e del timo e uno spicchio d'aglio in camicia schiacciato.
Bagna e copri con del brodo vegetale e metti la pentola a cuocere in forno a 160 gradi per 2 ore e mezza.

Procedimento per il pureè di patate:
Lessa le patate con la buccia in acqua e sale, quindi schiacciale con uno schiaccia-patate quando ancora sono calde.
Versa le patate schiacciate nella casseruola con il manico in ceramica spodumene e falle asciugare sul fuoco a fiamma bassa.
Mescola con una spatola per donare cremosità alle patate, quindi aggiungi una alla volta la panna e burro, continuando a mescolare il tutto.
Insaporisci con noce moscata e aggiungi sale e pepe.

Una volta pronto lo stinco, servilo ancora caldo accompagnato dalla crema di patate.

Dolce: Pudding di pere aromatizzato con zenzero e cannella

Tempo di preparazione: 1 ora e mezza

Ingredienti per 4 persone:

Per le pere in camicia:

-4 pere medie
- 160 g di zucchero di canna
- 0,7 litri di acqua
- una stecca di cannella
- un baccello di vaniglia
- 2 cm di zenzero fresco tagliato a metà
- 1 limone

Per il pudding:

- 6 uova biologiche
- 150 gr. di zucchero
- 180 gr. di farina di mandorle
- 200 ml di yogurt bianco intero
- Un cucchiaino o 5 ml di lievito in polvere
- 35 gr. di farina di mais
- Un cucchiaino di cannella in polvere
- Un cucchiaino di zenzero macinato
- Un baccello di vaniglia

Procedimento:

Elimina il torsolo delle pere usando uno scavino o un piccolo coltello.
Per evitare che le pere anneriscano, mentre prepari il liquido di cottura mettile in una ciotola con acqua e il succo di mezzo limone.
Prendi l’acqua, lo zucchero, lo zenzero, la stecca di cannella, il limone rimanente e il baccello di vaniglia, metti tutto nella casseruola in ceramica Spodumene arancione e accendi a fuoco medio.
Porta a ebollizione e poi lascia ridurre a fuoco lento.
Immergi completamente le pere nel liquido e fai cuocere per 20 minuti. Dopodiché tirale fuori e immergile immediatamente in acqua ghiacciata e limone per interrompere il processo di cottura ed evitare che anneriscano.
Preriscalda il forno a 180 °C in modalità ventilata, quindi ungi una pirofila con del burro.
Nel frattempo in una bowl grande, sbatti le uova, unisci i semi di vaniglia rimasti e lo zucchero fino a quando non saranno ben amalgamati.
Setaccia la farina di mais, le spezie, il lievito in polvere e la farina di mandorle assicurandoti che non vi siano grumi.
Con una frusta amalgama gli ingredienti secchi fin quando il composto non sarà ben omogeneo.
Infine unisci lo yogurt alle uova e allo zucchero e mescola bene, dopodiché fai lo stesso con gli ingredienti secchi.
A questo punto disponi le pere in camicia nella pirofila rettangolare, versa sopra il composto ottenuto e fai cuocere per 1 ora (per controllare lo stato di cottura inserisci uno spiedino all’interno, se questo uscirà pulito allora il dolce è pronto!).
Non ti resta che togliere dal forno il pudding e lasciarlo raffreddare gradualmente.
Aggiungi una spolverata di zucchero a velo e servi caldo accompagnandolo con un po’ di crema pasticcera.

Non ti resta che metterli all'opera e stupire i tuoi amici con queste ricette semplici e gustose!
Se stai cercando una pentola di qualità dai un'occhiata alla nostra selezione di pentole naturali in ceramica Spodumene.

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter e ricevi in anteprima gli articoli del blog e le novità del mondo Estraggo

Ho letto e accetto la Privacy Policy

Aggiungi un commento

Per commentare

Cerca nel blog

vedi tutti gli articoli
Filtra

Categorie del blog

Primavera  (26)
Estate  (18)
Autunno  (13)
Inverno  (16)
Estraggo  (12)
Tiscaldo  (1)
Estrattori  (4)
Differenze  (1)
Estrattore  (9)
Succo Vivo  (1)
Succo e Salute  (4)
Ricette  (17)
Frutti di Bosco  (1)
Daikon  (1)
Essicco  (3)
Frantoil  (9)
Estratti di frutta e verdura  (2)
Elettromagnetismo  (1)
5G  (1)
Inquinamento elettromagnetico  (1)
Dirty electricity  (1)
LifeEnergy Air  (5)
Inquinamento indoor  (1)
Come difenderci dall'inquinamento  (2)
Colesterolo  (4)
Zisha  (1)
Vitamine  (1)
Integratori  (1)
Ricette germogli  (1)
Germogli di primavera  (1)
Ricette pentole zisha  (1)
Ricette estrattore  (9)
Ricette Tajine  (1)
Inquinamento  (1)
Igeress  (1)
Estratti  (21)
LifeEnergy PRO  (3)
Germoglio  (1)
Germogli  (2)
Frutta  (1)
Essicatore  (1)
Estraggo PRO  (4)
Essiccatore  (3)
Energie vitali  (1)
Melograno  (1)
Oli vegetali  (3)
LifeEnergy Water  (6)
Ionizzatore d'acqua  (6)
Proprietà dei semi oleosi  (1)
Greenchallenge  (3)
Life Energy PRO  (1)
Barbabietola  (1)
Estrattore di succo  (7)
Germogliatore  (2)
Life Energy Water  (4)
Glicemia  (2)
Ossa  (3)
Ipertensione  (2)
LifeEnergy AIR  (1)
Vitamina A  (1)
Memoria  (1)
Cervello  (1)
Estratti verdi  (1)
Semi oleosi e frutta secca  (1)
Dimagrire in salute  (4)
Sgranatore di melograno  (1)
Ceramica Zisha  (2)
Disinfettare frutta e verdura  (1)
LifeEnergy OIL.  (2)
Ananas  (1)
Vitamina K  (1)
LifeEnergy Oil  (1)
Olio di cocco  (1)
Succhi verdi  (2)
Fiori  (1)
Cosa coltivare per fare estratti  (1)
Estratti di fiori  (1)
Tajine  (1)
Ceramica zisha  (1)
Succo verde  (2)
LifeEnergyOIL  (2)
Olio in casa  (5)
Guava  (1)
Estratti energizzati  (1)
Ricette con l'estrattore di succo  (11)
Curcuma  (1)
Come usare l'estrattore: dal taglio della frutta al lavaggio  (2)
Ricette con i dispositivi Siqur Salute  (1)
Tutto sull'estrattore di olio e sui semi oleosi  (1)
Depurazione dell'acqua e ionizzatore d'acqua  (8)
Inquinamento dell'aria e ionizzatore d'aria  (3)
Semi oleosi e frutta secca: le loro proprietà  (1)