Sai cosa bevi? I benefici dell'acqua alcalina

Sai cosa bevi? I benefici dell'acqua alcalina

Depurazione dell'acqua e ionizzatore d'acqua Life Energy Water

L’acqua è il principale costituente del nostro corpo.
Alla nascita il 90% del peso del nostro corpo è composto di acqua: nell’adulto è circa il 70-75%.
Molte persone bevono poco e sono disidratate, quindi è importantissimo per la nostra salute bere molta acqua e di ottima qualità.
Quindi sorge spontaneo chiederci quanta acqua e soprattutto quale acqua bere.
Continua a leggere perchè gli scienziati raccomandano di bere acqua alcalina.

Quanta acqua dobbiamo bere?

La quantità d’acqua che bisognerebbe bere al giorno la si può calcolare con questa semplice formula: kg X 3 : 100.
Esempio: per una persona che pesa 70 kg sia avrà 70x3 = 210 : 100 = 2,1 litri.

Un metodo semplice per verificare se stiamo bevendo abbastanza è quello di verificare il colore delle nostre urine: se è cristallino stiamo bevendo abbastanza, se è giallo stiamo bevendo poco (a meno che non stiamo prendendo vitamine del gruppo B).

Lo sapevi che:
-bere due bicchieri d'acqua prima di mangiare fa dimagrire?
-spesso la fame viene confusa con la sete: prova a bere due bicchieri d’acqua quando hai fame, nell’80% dei casi si calma la fame.
-stanchezza, mal di testa, stitichezza, obesità, cellulite e molte altre patologie sono causate da disidratazione?

Quale acqua bere?

Un altro fattore importante per rimanere in salute, prevenire le molte malattie e rallentare l’invecchiamento è l’equilibrio acido-base.
La nostra salute e la velocità del processo dell'invecchiamento dipendono anche dalla nostra capacità di eliminare i rifiuti acidi prodotti durante la digestione degli alimenti.
Queste scorie, se non rimosse, si depositano nel nostro organismo acidificandolo.
Gli scienziati ritengono che un'eccessiva acidificazione, spesso unita ad un'alimentazione non sempre corretta, a un'insufficiente assunzione di acqua alcalina e a uno stress costante,
sia alla base di numerose patologie quali: ipertensione, arterosclerosi, colesterolo, stanchezza, mal di testa, acidità di stomaco, disturbi digestivi, diarrea, stitichezza, mal di schiena, dolori e rigidità muscolari, reumatismi, artrite, artrosi, allergie, eczemi, asma, accumulo di grasso e cellulite, depressione, insonnia, osteoporosi, vampate di calore, perdita di memoria, gotta, candida (tratto dalla rivista scientifica Ion Life Detox News n.7/2004).

Perchè l'acqua alcalina?

L’acqua alcalina, bevuta regolarmente prima o dopo i pasti, ristabilisce l’equilibrio acido-base, idrata il nostro corpo, dissolve i residui acidi del corpo, aiuta il nostro corpo ad eliminarli tramite l’urina, la sudorazione e la respirazione.
Mantenere l’equilibrio acido-base del corpo è importante per prevenire le malattie correlate all’acidosi.
Inoltre l’acqua alcalina è antiossidante (un litro di acqua alcalina ha 10 volte la capacità antiossidante di un limone), ed è particolarmente idratante perché molto piccola e leggera grazie ai suoi cluster di sei molecole (le altre acque variano da 10 a 50 cluster).
Per capire perché l’acqua alcalina è utile per la nostra salute dobbiamo capire alcune funzioni del nostro corpo.
Uno dei principali compiti del corpo umano consiste nel bilanciamento dell'acidità e dell'alcalinità.
Il pH (Potenziale di Idrogeno) è un indice di acidità o basicità.
Quando il pH è inferiore a 7 la sostanza è acida, quando è superiore  la sostanza è alcalina o basica. Noi ci nutriamo per ricavare l'energia necessaria per le nostre funzioni.
Dopo la cessione di energia da parte del cibo, tramite combustione con l'ossigeno, rimangono rifiuti acidi.
Il corpo cerca di fare del suo meglio per disfarsi di questi acidi per mezzo dell'urina, della sudorazione ed espirando biossido di carbonio, ma il cibo che assumiamo produce continuamente rifiuti acidi che si aggiungono a quelli naturalmente prodotti dal metabolismo cellulare.
Se non dispone di una sufficiente scorta alcalina (bicarbonati), il corpo non può disfarsi al 100% di tali acidi.
In questi casi, al fine di mantenere il pH sanguigno costante e sopravvivere (il pH del sangue arterioso non può scendere sotto un ph di 7,30 pena gravi conseguenze per la nostra salute fino al coma o la morte), il corpo adotta un abile stratagemma: converte gli acidi liquidi in acidi solidi come colesterolo, trigliceridi, acido urico, calcoli renali, e grasso corporeo, diminuendo l’acidità del corpo.
Pertanto se questi acidi non sono sciolti nel sangue, il pH del sangue non si abbassa.Il corpo umano è una sorprendente macchina progettata per la massima sopravvivenza e anche se ciò potrebbe determinare dei danni a lungo termine (come in questo caso con la produzione delle sostanze dannose prima elencate) la sua priorità è la sopravvivenza nell'immediato.
Quindi tra due mali sceglie il minore, ma qual è il danno a lungo termine di questo processo?
Il sangue si addensa e la circolazione diventa lenta a tal punto da non fornire abbastanza ossigeno e sostanze nutritive agli organi vitali.
Questo è il risultato naturale dello squilibrio acido-basico, quando propende verso l'acidità.

LA SCOPERTA DELLA DOTT.SSA LYNDA FRASSETTO

Nel 1996 la dottoressa Lynda Frassetto, docente all'Università della California, ha pubblicato uno studio che mostra i livelli di bicarbonati (che sono la nostra riserva alcalina) nel sangue alle diverse età.
Il livello medio dei bicarbonati è costante fino all'età di 45 anni.
Oltre tale momento inizia un notevole declino: questa è l'età media in cui iniziano a comparire sintomi come diabete, artrite, ipertensione, osteoporosi, ecc.
L'invecchiamento fisico avviene quando i bicarbonati nel sangue diminuiscono.
Con la diminuzione del livello dei bicarbonati il corpo è sempre meno capace di neutralizzare gli acidi.
Questi acidi in eccesso si accumulano sotto forma di colesterolo, acido grasso (adipe) acido urico, calcoli renali, ecc.
Se si potesse rifornire di bicarbonati il sangue come si ricarica una batteria, il processo d'invecchiamento potrebbe essere rallentato con numerosi benefici per la salute.
Questa è la nuova teoria dell'inversione dell'invecchiamento (tratto da Frassetto, Lynda and Sebastian, Antony - Age and Systemic Acid-Base Equilibrium: Analysis of Published Data, Journal of Gerontology: BIOLOGICAL SCIENCES 1996, Vol. 51A. No1, B91-B99).

Come rifornire l'organismo di bicarbonati?

Cosa possiamo fare allora per impedire l’eccesso di acidità e rimanere in salute?
Come faccio a rifornire di bicarbonati il sangue?
Diamo un’occhiata al PH delle bevande più comuni:

-Latte 6.5
-Acqua potabile 7.0
-Birra 4.0-5.0
-Caffè 2.5-3.5
-Aranciata 3.5
-Bevanda leggera 2.0-4.0
-Coca Cola 2.5
-Vino 2.3-3.8

Che sorpresa!
Con nessuna di queste bevande possiamo aiutare il nostro organismo, nessuna ha un PH alcalino.
Inoltre aggiungere bicarbonato di sodio all'acqua non aumenta la concentrazione dei bicarbonati nel sangue.
Per ottenere questo importante risultato, è molto importante l'alimentazione, mangiare alimenti vegetali alcalinizzanti e bere acqua alcalina, realizzata attraverso l'elettrolisi.
L'elettrolisi è un processo che avviene in un apparecchio chiamato ionizzatore d'acqua.
Inuno ionizzatore l’acqua del rubinetto, che non solo viene filtrata, ma anche trasformata in acqua antiossidante (dotata di grande quantità di elettroni in grado di contrastare l’azione ossidante dei radicali liberi), ricchissima di idrogeno molecolare.
Grazie a queste caratteristiche è in grado di contrastare l’ossidazione delle cellule, che, meglio idratate, riescono a svolgere in modo ottimale tutte le loro funzioni organiche e metaboliche.

Cerchi uno ionizzatore di qualità? Scopri LifeEnergy Water!

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter e ricevi in anteprima gli articoli del blog e le novità del mondo Estraggo

Ho letto e accetto la Privacy Policy

Aggiungi un commento

Per commentare

Cerca nel blog

vedi tutti gli articoli
Filtra

Categorie del blog

Primavera  (21)
Estate  (14)
Autunno  (13)
Inverno  (16)
Estraggo  (13)
Tiscaldo  (1)
Estrattori  (4)
Differenze  (1)
Estrattore  (9)
Succo Vivo  (1)
Succo e Salute  (4)
Ricette  (18)
Frutti di Bosco  (1)
Daikon  (1)
Essicco  (3)
Frantoil  (9)
Estratti di frutta e verdura  (2)
Elettromagnetismo  (1)
5G  (1)
Inquinamento elettromagnetico  (1)
Dirty electricity  (1)
LifeEnergy Air  (5)
Inquinamento indoor  (1)
Come difenderci dall'inquinamento  (2)
Colesterolo  (4)
Zisha  (1)
Vitamine  (1)
Germogli di primavera  (1)
Ricette pentole zisha  (1)
Ricette estrattore  (9)
Ricette Tajine  (1)
Inquinamento  (1)
Igeress  (1)
Estratti  (21)
LifeEnergy PRO  (3)
Germoglio  (1)
Germogli  (2)
Frutta  (1)
Essicatore  (1)
Estraggo PRO  (4)
Essiccatore  (3)
Energie vitali  (1)
Melograno  (1)
Oli vegetali  (3)
LifeEnergy Water  (7)
Ionizzatore d'acqua  (6)
Proprietà dei semi oleosi  (1)
Greenchallenge  (3)
Life Energy PRO  (1)
Barbabietola  (1)
Estrattore di succo  (4)
Germogliatore  (2)
Life Energy Water  (4)
Glicemia  (2)
Ossa  (3)
Ipertensione  (2)
LifeEnergy AIR  (1)
Vitamina A  (1)
Memoria  (1)
Cervello  (1)
Estratti verdi  (1)
Semi oleosi e frutta secca  (1)
Dimagrire in salute  (4)
Tag  (1)
Sgranatore di melograno  (1)
Ceramica Zisha  (1)
Disinfettare frutta e verdura  (1)
LifeEnergy OIL.  (2)
Ananas  (1)
Vitamina K  (1)
LifeEnergy Oil  (1)
Olio di cocco  (1)
Succhi verdi  (2)
Fiori  (1)
Cosa coltivare per fare estratti  (1)
Estratti di fiori  (1)
Tajine  (1)
Ceramica zisha  (1)
Succo verde  (2)
LifeEnergyOIL  (2)
Olio in casa  (5)
Guava  (1)
Estratti energizzati  (1)
Ricette con l'estrattore di succo  (11)
Curcuma  (1)
Come usare l'estrattore: dal taglio della frutta al lavaggio  (1)
Ricette con i dispositivi Siqur Salute  (1)
Tutto sull'estrattore di olio e sui semi oleosi  (1)
Depurazione dell'acqua e ionizzatore d'acqua  (6)
Inquinamento dell'aria e ionizzatore d'aria  (2)
Semi oleosi e frutta secca: le loro proprietà  (1)