A casa, in ufficio, al ristorante … In qualsiasi luogo siamo ormai circondati da inquinamento elettromagnetico. In tutti questi ambienti è sicuramente presente un televisore o un pc portatile, la rete wi-fi o uno smartphone, il forno a microonde o una fotocopiatrice. È sufficiente la presenza di uno solo di questi dispositivi per essere esposti ad elettrosmog. 
Abbiamo visto insieme “Cos’è la Dirty Electricity e quali conseguenze ha sul nostro organismo”, ma come possiamo ridurre l’inquinamento elettromagnetico (o elettrosmog) in casa e in ufficio? Vediamo insieme alcuni accorgimenti che ci possono aiutare a diminuire la nostra esposizione alle onde elettromagnetiche:

 

Come-ridurre-inquinamento-elettromagnetico-in-casa-in-ufficio

 

- Di notte, mentre dormi, non tenere dispositivi elettronici sul comodino (cellulare, radio sveglia, segreteria telefonica ecc). Cerca, inoltre, di spegnere lo smartphone e non tenerlo vicino durante la sua carica o metterlo in modalità aereo;

- Usa il telefonino nelle aree ad alta ricezione sia del segnale che della rete mobile del tuo operatore. Se devi telefonare, cerca di fare chiamate brevi o, qualora si prolunghino, utilizza auricolari o viva-voce;

- Quando sei in viaggio, limita al minimo l’uso di pc portatili, tablet e smartphone con scheda wi-fi;

- In ufficio e a casa, prediligi il cavo dati per la connessione internet anziché il wi-fi, proteggerai la tua salute e, sicuramente, navigherai più velocemente;

- Non lavorare sul divano o sul letto appoggiando il pc portatile direttamente sulle gambe;

- Quando non utilizzi dispositivi elettronici quali televisore e pc, spegnili sempre (nel caso della tv spegni anche la spia luminosa di stand-by);

- Utilizza una “ciabatta multi-presa” per collegare alla corrente tutti i dispositivi elettronici presenti nella stessa stanza, in questo modo basterà spegnere la multi-presa per scollegare tutti i dispositivi;

- Posiziona Wi-Fi, Bluetooth e reti senza fili nelle stanze meno frequentate della casa o della tua sede di lavoro e comunque distante da alimenti, medicine, ecc..;

- Limita al minimo l’uso del microonde e, in caso di uso prolungato, cerca di non sostare in prossimità del dispositivo;

- Prova ad inserire nella stanza piante quali cactus e felci, esse contrastano le radiazioni e riducono il rischio di emicrania derivante da un’elevata esposizione a fonti di elettrosmog;

- Cristalli e minerali quali grafite, quarzi, ametiste e malachite contrastano le radiazioni;

- Vedi di usare sistemi di schermatura dei dispositivi e delle aree in cui li usi, soprattutto in caso di gravidanza o bambini nell’ambiente esposto ad elettrosmog.