Pressione alta o pressione bassa? Ecco perchè la frutta secca può aiutarti.

Pressione alta o pressione bassa? Ecco perchè la frutta secca può aiutarti.

Glicemia Ipertensione Primavera Semi oleosi e frutta secca

Sulle tavole imbandite nel periodo delle festività non manca mai.
Si sgranocchia di gusto a fine pasto o come aperitivo.
Stiamo parlando di pistacchi, nocciole, mandorle, noci e pinoli: la frutta secca.
Spesso denigrata perchè ritenuta calorica, negli ultimi anni scienziati e nutrizionisti ne hanno riabilitato completamente il ruolo e ne hanno riscoperto le loro innumerevoli qualità tanto da considerarla uno scrigno di nutrimenti preziosi per la salute e anche per la linea.
Una mela al giorno toglierà pure il medico di torno, ma anche un pugno di frutta secca.
Di più. Secondo le ultime scoperte, assumere quotidianamente qualche cucchiaio d'olio estratto a freddo da noci, mandorle e affini aiuterebbe a mantenere il peso forma, perchè questo olio ha un elevato contenuto di grassi Omega 3, che si metabolizzano molto velocemente e apportano numerosi benefici all'organismo, e di proteine, fibre, vitamine, acidi grassi essenziali omega 3, che aumentano il senso di sazietà inducendo quindi a mangiare meno.

Alcuni ricercatori hanno evidenziato come l'alto contenuto di acidi grassi insaturi e degli antiossidanti polifenoli, di cui appunto la frutta secca è ricca, aiuti a diminuire i livelli di infiammazione nel corpo, protegga il cuore e quindi abbassi il rischio di sviluppare patologie cardiache.

Con qualche cucchiaio di olio di frutta secca migliori:

Olio di noci: per il tuo cuore e il cervello

Le noci sono il seme dell’albero noce e, come tali, racchiudono i geni di questa pianta che produce anche uno dei legni più duri conosciuti e maggiormente impiegati.
Belle e buone, sono dotate di proprietà nutrizionali molto importanti per l’intero organismo.
Innanzitutto, sono una fonte importante di vitamine tra le quali B1, B2, B6 e in particolare la vitamina E, che contrasta i processi di invecchiamento delle nostre cellule, svolgendo un’azione antiossidante. Inoltre, contengono sali minerali come potassio, magnesio e anche zinco, che aiutano a proteggerci dalle infezioni.
Le noci poi sono ricche di arginina, un aminoacido contenuto nelle proteine necessario per produrre ossido nitrico, che a sua volta aiuta nella prevenzione dell’arteriosclerosi.

Ma è vero che fanno ingrassare?  Considerate per anni un alimento ipercalorico, negli ultimi anni medici e nutrizionisti ne hanno riscoperto il valore nutrizionale, in virtù soprattutto dei benefici di questi semi, dovuti al loro contenuto di grassi, in particolare acidi grassi polinsaturi di tipo omega 3.
Meno del 10% dei grassi presenti nelle noci sono saturi, cioè grassi “cattivi”, il restante è occupato appunto dai grassi “buoni”, chiamati anche “acidi grassi essenziali” poiché il nostro organismo non sa produrli.
Questa particolare composizione nutrizionale, permette alle noci di svolgere molteplici effetti benefici tra i quali:

  • -Riduzione del colesterolo, diabete mellito tipo 2 , pressione e dell’incidenza di infarti nelle persone sane.
    È dimostrato che un consumo regolare di noci aiuta a mantenere il colesterolo a valori normali e a prevenire le malattie cardiovascolari.

  • -Azione antinfiammatoria.
    Gli acidi grassi essenziali sono importanti precursori di molecole implicate nella regolazione infiammatoria, ragione per cui oggi vengono studiati in oncologia come possibili anti tumorali.

  • -Azione antiossidante.
    Per combattere i radicali liberi in eccesso nemici delle nostre cellule.

Per tutti questi motivi, può essere consigliato un consumo giornaliero di frutta secca, in particolare per chi vuole abbassare il rischio cardiovascolare.

L’olio di noci (da usare sempre a crudo) è altrettanto virtuoso: è una miniera di antiossidanti efficaci per la salute di cuore e cervello ed è stato inserito nell’elenco degli alimenti che aiutano a prevenire il cancro.
Inoltre il gheriglio di noce, dal quale si spreme l’olio, è un concentrato di acido linoleico, una sostanza che protegge l’apparato cardiocircolatorio, fluidifica il sangue, abbassa il colesterolo e regola la pressione.

Non solo: questo acido polinsaturo rafforza unghie e capelli, riduce i fastidiosi disturbi della sindrome premestruale e dell’ artrite reumatoide.
Da studi recenti risulta che gli acidi Omega 3, di cui il linoleico fa parte, migliorano la fertilità maschile aumentando il numero degli spermatozoi.
La sua azione antitumorale è attribuita alla sinergia tra acido ellagico e vitamina E, efficaci contro le infiammazioni e la degenerazione delle cellule.

Gli Omega 3 contenuti nelle noci, infine, agiscono anche a livello cerebrale, migliorando la capacità di apprendimento e la memoria.

Quante e come mangiarle?
È bene evitare  le noci già sgusciate o l'olio imbottigliato (entrambi perdono gran parte degli antiossidanti) e rompere le noci al comento ed estrarle con un estrattore di olio domestico.
Basta condire l'insalata con due, tre cucchiai d'olio (la resa è del 25% quindi 25 gr. di noci saranno sufficienti per un consumo giornaliero) è il gioco è fatto!

Olio di pistacchi: proteggi gli occhi e migliori la vista

I pistacchi, frutti dal caratteristico colore verde, sono un'ottima fonte di proteine, grazie alla presenza dell'arginina, amminoacido esssenziale per il benessere del nostro organismo. Ricchi di vitamina E e caroteni, che aiutano le mebrane cellulari della pelle a mantenersi integre, i pistacchi svologono un'azione costante contro l'insorgere dei radicali liberi.

Aiutano a diminuire i livelli di colesterolo cattivo nel sangue e proteggono persino l'occhio e la vista, grazie alla presenza di 2 tipi di caroteoidi.
Circa 30 grammi di pistacchi riducono sensibilmente il colesterolo LDL e aiutano a tenere sotto controllo la pressione sanguigna oltre all'artimia dovuta a situzioni di forte stress psicofisico.
Il consumo moderato di pistacchi, infatti, non contribuisce ad un aumento di peso o dell’indice di massa corporea.
L'azione antiossidante svolta dai pistacchi si deve alla presenza di acido folico e dei sali minerali come il calcio, magnesio, fosforo, rame e vitamine del gruppo B.

In particolare, l'assunzione quotidiana di 30 gr di pistacchi al giorno (corrispondenti a 49 pistacchi circa) apportano benefici a:

-OCCHI: La luteina e la zeaxantina, carotenoidi che conferiscono ai pistacchi la loro tipica colorazione verde e gialla, sono contenuti nei pistacchi in livelli più elevati rispetto ad altre varietà di frutta secca a guscio.
Grandi quantità di questi carotenoidi sono presenti nella retina dell’occhio, dove si ritiene che abbiano la funzione di proteggere i tessuti dalle lesioni fototossiche.
Ciò costituisce un fattore fondamentale nella riduzione del rischio di perdita della vista dovuta a patologie come il glaucoma.
I pistacchi costituiscono inoltre una fonte di riboflavina (vitamina B2) e di zinco,
responsabili del mantenimento della normale capacità visiva.

-PROTEZIONE DAL CANCRO: i pistacchi sono fonte di zinco, selenio, rame, manganese, riboflavina e vitamina E.
Sei nutrienti che contribuiscono a
proteggere le cellule dallo stress ossidativo.
I carotenoidi già citati sono stati associati a un rischio ridotto di malattie cardiovascolari e di alcune tipologie di cancro,  come quello del polmone.

-CONTROLLO DELLA GLICEMIA: i pistacchi contengono grandi quantità di cromo, responsabile del mantenimento dei
normali livelli di glucosio nel sangue. Diversi studi indicano inoltre che i pistacchi possono rivelarsi benefici per le persone affette da diabete, grazie alla
presenza di grassi “buoni”, nonché al basso indice glicemico, inferiore a 10.

-PRESSIONE SANGUIGNA: i pistacchi contengono alte dosi di potassio, che contribuisce al mantenimento della normale pressione sanguigna.
I pistacchi non salati contengono dosi molto basse di sale (sodio).

-COLESTEROLO: infine i pistacchi presentano il più alto contenuto di fitosteroli tra le varietà di frutta a guscio: ne forniscono difatti ben 210 mg per una porzione di 100 g.
Gli steroli vegetali sono responsabili del mantenimento dei normali livelli di colesterolo nel sangue.

Per una maschera antirughe dedicata al viso, aggiungere due cucchiaini di olio di pistacchio a un vasetto di yogurt e addizionare con qualche goccia di succo di limone.
Lasciare il posa per 15 minuti e asportare con dischetti di cotone e acqua tiepida. Il risultato sarà una pelle più compatta e levigata.

Modulo di contatto- ebook olio

COMPILA I CAMPI PER SCARICARE GRATIS L'EBOOK SULL'OLIO VEGETALE
 

 

Olio di pinoli: per l'arteriosclerosi

Un olio poco diffuso, di colore verde e particolarmente aromatico in cui si ritrovano i sapori di pane grigliato e linfa.
A molti sarà capitato da piccoli, ma nache da adulti, di raccogliere le pigne ai piedi dei pini per scovare all'interno i gusci dei pinoli. Questo frutto, molto gustoso e saporito, ha svariate proprietà benefiche.

I pinoli, hanno un alto contenuto di grassi prevalentemente insaturi, con un’importante percentuale di acido linoleico (omega-6);

Vantano un buon contenuto proteico (circa 31 gr di proteine ogni 100 gr di pinoli): per questo motivo si consiglia il consumo dopo uno sforzo fisico intenso, agli atleti, ma anche ai bambini in età scolare.

Sono ricchi di fibre, sono un’ottima fonte di vitamine B, C, D, E, K, e PP.

Ricchi in minerali come il calcio, il fosforo, lo zinco, il ferro, che contribuisce alla perfetta circolazione e ad un’ottimale regolazione nervosa; il rame, che aiuta il corpo ad assorbire ancora più ferro; il potassio e il magnesio, quest’ultimo migliora i sintomi derivanti dalla fatica, sciogliendo tensioni e crampi muscolari.

Hanno effetti antiossidanti, mantenendo giovane la pelle e sano l’organismo, aiutano a ridurre l’appetito grazie all’acido pinolenico, una molecola che stimola la produzione intestinale di un ormone detto CCK, che indica al cervello che non c’è bisogno di sentirsi affamato, portando al rallentamento della velocità di digestione nello stomaco e producendo un senso di sazietà.

I pinoli aiutano a ridurre il rischio cardiovascolare in quanto ricchi di grassi salutari, fibre, steroli vegetali, arginina, vitamine e minerali dall’effetto antiossidante;

Rallentano l’invecchiamento grazie al loro elevato contenuto in antiossidanti, che proteggono le cellule dall’azione dannosa dei radicali liberi prodotti sia durante i processi di assimilazione dei nutrienti, che a causa dell’azione di fattori esterni come il fumo o le radiazioni;

Contengono luteina che previene la degenerazione maculare e la cataratta, mentre la vitamina A, sotto forma di betacarotene, è indispensabile per mantenere la salute ottimale degli occhi.

I pinoli danno sollievo da gastrite, ulcera, eccessiva acidità di stomaco e reflusso esofageo.

Stimolano la virilità nell’uomo, contrastano la tubercolosi e i problemi respiratori in genere, come asma, tosse, bronchite.

Il consumo di pinoli incoraggia la regolarità intestinale e aiuta l’organismo a liberarsi dalle tossine accumulate. Sono considerati utili in caso di stipsi, poiché favoriscono i movimenti intestinali. I pinoli contengono acido oleico, che risulta in grado di tenere sotto controllo i livelli di colesterolo.

La vitamina K rende i pinoli un alimento utile da assumere in caso di crampi mestruali. Questa vitamina contribuisce anche a migliorare la circolazione del sangue.

I pinoli in virtù della maggiore concentrazione di acido oleico, aiutano a ridurre il colesterolo, a proteggere le arterie e a prevenire gli attacchi cardiaci.

Olio di mandorle: per la pressione e il colesterolo

La mandorla è un frutto secco straordinario: ricchissimo di sostanze nutritive, delizioso ed estremamente versatile, tanto che è facilissimo integrarlo nella dieta.
Coadiuva la funzione cerebrale, abbassa il colesterolo e aiuta persino a preservare la salute di ossa e denti.
Circa 30 grammi forniscono il 45% del fabbisogno giornaliero di manganese e vitamina E.

Salute del cuore e della circolazione. Mangiare frutta secca cinque volte a settimana può ridurre il rischio di crisi cardiaca del 50%. Davvero niente male! In più, la buccia è ricca di flavonoidi, che, insieme alla vitamina E, contribuiscono a proteggerci dai danni alle arterie, riducendo ulteriormente il rischio di cardiopatia.

Grassi buoni e colesterolo basso.
Le mandorle sono ricche di grassi, ma quelli «buoni», che di fatto promuovono il calo ponderale.
Mangiare frutta secca due o più volte la settimana offre il 31% in più delle probabilità di evitare l'aumento di peso, anche perché, riducendo la glicemia dopo il pasto, ci si sente sazi più a lungo.
Ricche di grassi monoinsaturi, le mandorle aiutano ad abbassare i livelli di colesterolo LDL (il colesterolo «cattivo») quando sostituiscono quelli saturi.

Alcalinizzazione e fosforo.
Ben poche proteine aiutano a rendere l'organismo più alcalino, condizione essenziale per la funzione immunitaria, i livelli di energia e il mantenimento del peso, e la mandorla è il solo frutto secco che contribuisce ad alcalinizzare l'organismo.
È anche una valida fonte di fosforo, fattore primario nello sviluppo e nella conservazione di ossa e denti sani.

Le mandorle sono una preziosa fonte di sali minerali essenziali come magnesio, potassio, fosforo, ferro e calcio.
Tale abbondanza di minerali rende la mandorla un seme oleoso in grado di regolare la funzionalità cardiaca e la pressione arteriosa, agendo in modo protettivo anche sulle ossa, quindi prevenendo o aiutando a combattere l’osteoporosi.
Infine le mandorle sono tra gli laimenti più ricchi di triptofano (394 mg in 100 g ), un aminoacido essenziale nonché molecola chiave in quanto precursore
della serotonina, l’ormone del buon umore, che può essere convertito in melatonina, elemento importantissimo per la regolazione del ciclo sonno-veglia.


Olio di nocciole: contro l'invecchiamento della pelle

L’olio di nocciola si ricava dal frutto della nocciola ed è molto apprezzato per le sue proprietà benefiche, soprattutto per la pelle.
Delicato, ma anche saporito, l’olio di nocciola è un olio versatile e si può utilizzare sia in versione cosmetica che in versione alimentare.

Ottenuto dalla pressione a freddo dei semi dell’albero delle nocciole, noto anche come Corylus Avellana, l’olio di nocciola offre tantissimi benefici per la pelle, è rinomato per le sue proprietà emollienti ed ha tante preziose proprietà nutritive.
Particolarmente ricco di acidi grassi insaturi (fino al 90%) e di vitamine A e B, è l'ideale er le pelli tendenzialmente grasse perchè aiuta a regolare le secrezioni delle ghiandole sebacee.
Da utilizzare in leggeri massaggi mattino e sera. Chiude i pori della pelle, contrasta la formazione dei punti neri, ammorbidisce le pelli reattive proteggendo l'epidermide dalle aggressioni esterne.
Applicato sul corpo, reidrata e ammorbidisce la pelle, nutre e protegge mani e unghie.
Inoltre utilizzato fcome impacco sui capelli particolarmente secchi restituisce morbidezza e tenuta.
Infine, se usato come olio di massaggio, ha un'azione rilassante.

Quale olio scegliere?

Sugli scaffali si trovano innumerevoli oli: biologici, non biologici, estratti a freddo o non.
Tutti questi oli, a prescindere dalla qualità, hanno un problema comune: l'ossidazione.
L'ossidazione è una reazione chimica che si verfica nei legami insaturi degli acidi grassi, a contatto con l'ossigeno.
Questo fenomeno è alla base del processo di invecchiamento e dello sviluppo di numerose malattie.
Gli oli ricchi di omega-3 come tutti quelli citati, sono i più insaturi e di conseguenza i più vulnerabili all'ossidazione.
Gli antiossidanti naturali presenti al loro interno non sono sufficienti per coprire i mesi nei quali la bottiglia rimane in mostra sugli scaffali, per non parlare poi delle aperture giornaliere per versare l'olio in tavola.
Il metodo più sicuro ed affidabile per usufruire di tutte le qualità nutrizionali di questi oli è di estrarli a freddo direttamente sulla propria tavola, assumendo quotidianamente la quantità di olio appena estratta.
Come fare? Estraggo, ha progettato e realizzato un pratico estrattore di olio con il quale estrarre a freddo in modo facile e immediato qualsiasi seme oleoso e qualsiasi frutta secca, il tutto con la massima resa (superiore al 30%).
Versi i semi, lo accendi e estrai l'olio pronto da usare per condire i tuoi alimenti o per la tua cosmesi.
E per la pulizia? Nessun problema!
Gli estrattori di olio di Estraggo se usati quotidianamente sono autopulenti e non necessatano di essere puliti.
Massima resa e massima praticità!
Scopri gli estrattori LifeEnergy OIL e Frantoil.

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter e ricevi in anteprima gli articoli del blog e le novità del mondo Estraggo

Ho letto e accetto la Privacy Policy

Aggiungi un commento

Per commentare

Cerca nel blog

vedi tutti gli articoli
Filtra

Categorie del blog

Primavera  (26)
Estate  (14)
Autunno  (13)
Inverno  (16)
Estraggo  (12)
Tiscaldo  (1)
Estrattori  (4)
Differenze  (1)
Estrattore  (9)
Succo Vivo  (1)
Succo e Salute  (4)
Ricette  (17)
Frutti di Bosco  (1)
Daikon  (1)
Essicco  (3)
Frantoil  (9)
Estratti di frutta e verdura  (2)
Elettromagnetismo  (1)
5G  (1)
Inquinamento elettromagnetico  (1)
Dirty electricity  (1)
LifeEnergy Air  (5)
Inquinamento indoor  (1)
Come difenderci dall'inquinamento  (2)
Colesterolo  (4)
Zisha  (1)
Vitamine  (1)
Integratori  (1)
Germogli di primavera  (1)
Ricette pentole zisha  (1)
Ricette estrattore  (9)
Ricette Tajine  (1)
Inquinamento  (1)
Igeress  (1)
Estratti  (21)
LifeEnergy PRO  (3)
Germoglio  (1)
Germogli  (2)
Frutta  (1)
Essicatore  (1)
Estraggo PRO  (4)
Essiccatore  (3)
Energie vitali  (1)
Melograno  (1)
Oli vegetali  (3)
LifeEnergy Water  (6)
Ionizzatore d'acqua  (6)
Proprietà dei semi oleosi  (1)
Greenchallenge  (3)
Life Energy PRO  (1)
Barbabietola  (1)
Estrattore di succo  (5)
Germogliatore  (2)
Life Energy Water  (4)
Glicemia  (2)
Ossa  (3)
Ipertensione  (2)
LifeEnergy AIR  (1)
Vitamina A  (1)
Memoria  (1)
Cervello  (1)
Estratti verdi  (1)
Semi oleosi e frutta secca  (1)
Dimagrire in salute  (4)
Sgranatore di melograno  (1)
Ceramica Zisha  (2)
Disinfettare frutta e verdura  (1)
LifeEnergy OIL.  (2)
Ananas  (1)
Vitamina K  (1)
LifeEnergy Oil  (1)
Olio di cocco  (1)
Succhi verdi  (2)
Fiori  (1)
Cosa coltivare per fare estratti  (1)
Estratti di fiori  (1)
Tajine  (1)
Ceramica zisha  (1)
Succo verde  (2)
LifeEnergyOIL  (2)
Olio in casa  (5)
Guava  (1)
Estratti energizzati  (1)
Ricette con l'estrattore di succo  (11)
Curcuma  (1)
Come usare l'estrattore: dal taglio della frutta al lavaggio  (1)
Ricette con i dispositivi Siqur Salute  (1)
Tutto sull'estrattore di olio e sui semi oleosi  (1)
Depurazione dell'acqua e ionizzatore d'acqua  (7)
Inquinamento dell'aria e ionizzatore d'aria  (3)
Semi oleosi e frutta secca: le loro proprietà  (1)