È vero, quando facciamo un succo con Estraggo Pro, abbiamo pochissimo scarto di fibra (detto anche lignina). Eppure anche quel poco scarto non va sprecato, perché lo scarto dell'estrattore si può utilizzare, e in tantissimi modi: dal croccante, alle barrette, ai muffin, alle torte salate, alle polpette... l'unico limite è la fantasia!

Oggi vi presentiamo una semplice e gustosa ricetta con gli scarti dell'estrattore della cuoca vegana e terapista alimentare Luigina Savian: il croccante.



croccante scarti estrattore 

Ingredienti:

  • fibra
  • fiocchi cereali (a piacere, avena, orzo, riso, miglio, grano saraceno, ecc.)
  • semi vari e a volontà (lino, girasole, canapa, sesamo, ecc.)
  • aroma naturale al limone o all'arancio
  • nocciole o mandorle tritate
  • malto di miglio o riso
 

croccante scarti estrattore 

 

Procedimento:

In una pentola versare tutti gli ingredienti, tranne le fibre, mettere sul fuoco a fiamma alta e mescolare bene per 5 minuti.

Aggiungere le fibre, amalgamare bene il tutto sempre sul fuoco per altri 3 minuti.
L'impasto deve risultare asciutto. Se non è cosi, aggiungere altri fiocchi.
In una teglia da forno mettere la carta, versare l'impasto e con le mani bagnate stenderlo e fare una pressatura, bagnando le mani all'occorrenza.
Mettere in forno per 15/30 minuti (dipende dal forno).
Lasciar raffreddare e... buon appetito!