Un arcobaleno di frutta e verdura: i benefici e le proprietà degli estratti, colore per colore.


Vuoi normalizzare la pressione? Usa il bianco!
Vuoi contrastare l’anemia? Usa il verde!
Vuoi fortificare i tuoi occhi e le tue ossa? Usa il giallo o l’arancio!
Vuoi prevenire i tumori alla prostata, utero e mammella? Usa il rosso!
Vuoi prevenire l’ictus e le malattie cardiache? Usa il blu e il viola!
Di che cosa stiamo parlando?
Dei colori della frutta e della verdura ovviamente!

Come un pittore usa molteplici varietà cromatiche per comporre delle meravigliose opere su tela, anche noi possiamo assumere frutta e verdura dai colori più disparati per prevenire o curare numerose patologie.
Come sicuramente saprai, i medici e i nutrizionisti raccomandano almeno 5 porzioni di frutta e verdura al giorno, ciascuna di un colore differente nella scala dell’arcobaleno.
Sfortunatamente questo non sempre è possibile.

In primo luogo perché ci manca la voglia.
Diciamolo, per quanto possa far bene una porzione di frutta e di verdura, il suo sapore non è certo paragonabile a quello di una fetta di torta o ad uno snack.
Inoltre, anche nel caso in cui incominciassimo a rispettare l’obbiettivo delle fatidiche 5 porzioni al giorno (addirittura 10 secondo alcune ricerche), sentiremmo il nostro stomaco più pesante e la nostra digestione sarebbe rallentata a causa della fermentazione dei vegetali.
É risaputo infatti come frutta e verdura non vadano mai mangiate in concomitanza con carboidrati e amidi e che pertanto il fatto di consumarle alla fine dei pasti è fondamentalmente sbagliato.

 I colori della frutta e verdura

 

Ma come possiamo assumere 10 porzioni di frutta e verdura al giorno senza impazzire?

Fortunatamente la tecnologia ci aiuta e non poco grazie all’invenzione di uno strumento che ci risolve brillantemente questo problema: l’estrattore di succo.
Un buon estratto fresco di frutta e verdura fresca risolve infatti tutte queste problematiche in quanto, grazie ad esso, noi possiamo assimilare le giuste porzioni di frutta e verdura in qualsiasi momento: sia che ci troviamo a metà mattina o metà pomeriggio l’estratto costituirà sempre un ottimo spuntino.
Inoltre, non contenendo fibre solubili, esso non ti darà quel senso di pesantezza tipico della frutta e quindi ti permetterà di assumerne una quantità maggiore durante la giornata, permettendo così di arrivare anche alle 5-10 razioni consigliate.
Altra cosa da non sottovalutare, anzi da mettere assolutamente tra le più importanti, è che il nostro corpo impiega solamente mezz’ora per assimilare tutte le sostanze benefiche di un estratto, che abbiamo quindi immediatamente a disposizione.
Questo evita l’impiego di tempi lunghi e dispendio di energie che la digestione del frutto intero, completo di fibre, richiede.
Un classico esempio è il sedano nel deserto.
Immagina di essere in pieno giorno nel deserto del Sahara.
Ora, se mangiassi un sedano intero per rifornirti di sodio ed affrontare il gran caldo, il tuo corpo impiegherebbe circa un’ora per renderlo disponibile e i suoi effetti sarebbero distribuiti in questo lasso di tempo ( di fatto non li sentiresti perché in preda del caldo torrido).
L’estratto di sedano invece, viene assimilato in pochi minuti e quindi il sodio è immediatamente disponibile per darti benefici contro la calura.

Ora che hai compreso l’importanza e l’efficacia di un buon estratto fresco di frutta e verdura fresca, vediamo insieme le principali proprietà della frutta e della verdura in base al loro colore.
Proprio come la combinazione di due colori dell’arcobaleno genera una nuova colorazione anche tu potrai, estraendo alimenti di diverso colore, realizzare un estratto dalle incredibili proprietà per la tua salute e dal gusto delizioso.
Ti serve soltanto un po’ di pratica ma il bello dell’estratto è che non puoi mai sbagliare: qualsiasi combinazione contribuirà a risolvere e prevenire innumerevoli malattie.

 

Proprietà della frutta e della verdura in base al loro colore

 

Bianco

Partiamo dal bianco, il più tenue e meno appariscente dei colori di frutta e verdura.
Il bianco deve farci pensare soprattutto ad alimenti ricchi di flavonoidi, polifenoli  ed allicina.
Per ovvie ragioni non scendiamo in dettagli di tipo chimico ma ci limitiamo a dire che queste sostanze svolgono diverse proprietà benefiche per il nostro organismo.
Ad esempio i flavonoidi sono potenti antivirali e antiallergenici mentre i polifenoli sono antitumorali, antiossidanti e antibatterici naturali.
Una menzione particolare è riservata all’allicina.
Essa è presente in quantità importanti in aglio e cipolla e ha ottime proprietà antibatteriche.
Inoltre è in grado di abbassare il colesterolo cattivo, normalizzare la pressione sanguigna e ridurre il rischio di cancro allo stomaco.
Tra gli alimenti ricchi di questi composti troviamo: aglio, cipolla, cavolfiori, pere, porri, banane.
Una curiosità: anche il sedano, nonostante il suo colore predominante sia il verde, fa parte di questo raggruppamento.  

Verde

E passiamo al verde, quello che poi dà il nome alla verdura.
Tra tutti i colori di frutta e verdura, questo è il colore che più deve farci pensare alla clorofilla.
Questa sostanza ha una struttura simile alla nostra emoglobina, tanto da essere chiamata il “sangue delle piante”.
La clorofilla ha proprietà antiossidanti e soprattutto antianemiche.
Gli estratti verdi  sono infatti particolarmente indicati e consigliati per i soggetti anemici.
Ma non è tutto, poichè la clorofilla ha anche proprietà cicatrizzanti e regolarizza il ciclo mestruale nelle donne.
Inoltre nella frutta e verdura verde sono presenti in notevoli quantità anche i polifenoli.
Grazie ad essi, la clorofilla riesce a legarsi a diverse sostanze cancerogene che ingeriamo, limitandone fortemente l’assorbimento intestinale.
Infine non da trascurare il contenuto importante di vitamina C, luteina (detta anche vitamina della vista per la sua importante funzione protettiva dell’occhio) ed acido folico.
Fanno parte di questo gruppo i piselli, peperoni verdi, broccoli, cetrioli, rucola, prezzemolo, spinaci, zucchine, cicoria, carciofi, cavolo riccio, basilico, germogli, erba di grano, kiwi e lattuga.  

Estratto verde


Giallo-Arancio

Questo colore acceso e sgargiante è quello che indica un alto contenuto di carotenoidi, ed in particolare il beta-carotene.
Questa sostanza viene sintetizzata dal nostro organismo e trasformata in vitamina A, importantissima per la salute dei nostri occhi ed ossa.
E’ abbondante anche la presenza di vitamina C e flavonoidi. 
Tutti insieme questi elementi vanno a formare una barriera contro varie forme di tumore, rinforzando il sistema immunitario.
Da non sottovalutare infine la presenza di acido folico, indispensabile in gravidanza per il corretto sviluppo del feto in grembo.
A questo gruppo di frutta e verdura fanno parte gli agrumi, albicocche, nespole, zucca,, melone, pesche, ed ovviamente le carote.  


Rosso

Tra i colori di frutta e verdura, il rosso si mette in evidenza per il suo colore acceso, dovuto alla presenza soprattutto di antociani ed in particolare di licopene.
Questo particolare pigmento è conosciuto per le sue importanti proprietà antiossidanti, addirittura fino a 100 volte più potenti della vitamina E.
La fonte principale è assolutamente il pomodoro, che quando giunge a maturazione ne contiene fino a 50 mg in un chilo.
Si tratta di un elemento particolarmente importante per la prevenzione dei tumori della prostata, utero e mammella.
Da non sottovalutare la funzione che svolge contro l’ipertensione.
Il licopene ha infatti evidenziato la stessa efficacia delle statine presenti nei farmaci anti-ipertensivi.
In questo gruppo troviamo, oltre ai già citati pomodori, anche barbabietole rosse, anguria, fragole, ciliegie, lamponi, mele rosse e peperoni rossi.  

Blu-viola

Come per la frutta e la verdura di colore rosso, anche il colore viola indica un abbondante contenuto di antocianine.
Essendo qui più concentrate, il colore vira naturalmente dal rosso al blu violaceo appunto.
Le antocianine hanno importanti proprietà antiossidanti ed in particolare sono fondamentali per il sistema cardiovascolare e per il sistema nervoso.
Svolgono una dimostrata azione protettiva sui vasi sanguigni, ed aiutano a mantenere una buona memoria e prevenire ictus.
A tal riguardo la parte del leone la fanno i mirtilli, molto indicati anche nella prevenzione di infezioni urinarie come cistiti ed uretriti (non è un caso infatti che praticamente tutti gli integratori indicati per la prevenzione e cura di questi disturbi siano a base di mirtilli).
Ottimo anche il contenuto di vitamine, potassio e magnesio.
A questo gruppo appartengono i mirtilli appunto, le melanzane, ribes, fichi, cavolo rosso, radicchio, more e carote viola.


Quale estrattore di succo scegliere: breve guida per andare sul sicuro.

 

 Adesso che conosci le proprietà della frutta e della verdura in base alla loro colorazione non ti resta che combinarle usando un estrattore di succo.

Scegliere l’estrattore giusto che ti possa supportare in queste operazioni quotidiane non è scontato.
Per questo abbiamo deciso di aiutarti con questa breve guida.
Innanzitutto devi sapere che un buon estrattore di succo deve avere un motore altamente performante.
In questo modo potrai estrarre qualsiasi tipo di frutta e verdura in totale sicurezza e con la massima affidabilità e durata nel tempo.
L’unico motore che soddisfa queste caratteristiche è il motore ad induzione (AC) dotato di ingranaggi in acciaio temperato e rettificato.
Ma il motore da solo non basta: il tuo estrattore deve avere anche una coclea fornita di borchie lungo i canali della spirale.
In questo modo potrai estrarre anche tutte le verdure a foglia, le bucce e i germogli senza incorrere nel rischio di bloccare o intasare il tuo estrattore.
Infine un’altra caratteristica che non deve mai mancare nel tuo estrattore è l’imboccatura larga.
Immagina di dover tagliare a pezzi piccoli tutta la frutta e la verdura ogni volta che utilizzi l’estrattore.
Sarebbe una gran bella seccatura, no?
Con un’imboccatura larga non solo eviti ciò ma puoi addirittura inserire le carote, le mele o le rape intere!

coclea borchiata
  Fig.1: Un esempio di coclea borchiata la quale aiuta a trascinare l'ortofrutta verso il basso garantendo un'ottimale esplulsione della fibra e scongiurando eventuali intasamenti.


Ora che conosci le principali caratteristiche di un buon estrattore ti starai chiedendo se esista un estrattore che possa offrirti tutto ciò ad un prezzo ragionevole.
Ebbene siamo lieti di comunicarti che, a partire da quest’anno, abbiamo introdotto sul mercato il nostro nuovo estrattore dotato di tutte queste caratteristiche.
L’Estraggo LIGHT.
Un grande passo avanti per chi vuole ottenere alte prestazioni, alta affidabilità associate ad una qualità impareggiabile.
Stile, leggerezza, praticità, silenziosità, affidabilità e la possibilità per tutti di mantenersi in salute con i meravigliosi prodotti di Madre Terra.
Con Estraggo LIGHT ti basterà pochissimo tempo per innamorarti del mondo dell’estrazione, perché non solo inizierai a sentirti meglio già dopo pochi giorni ma farai anche la spesa con un altro spirito: lo spirito di chi vuole stare in salute e prevenire le malattie.
Sicuramente, dopo aver assaggiato un estratto, ti verrà spontaneo allontanarti da quel cibo spazzatura che troppo spesso mangiavi come spuntino, magari senza nemmeno rendertene conto, e che adesso guarderai con orrore.
Che aspetti, vai sul nostro sito www.estraggo.it e scopri l’estrattore che rivoluzionerà i tuoi spuntini pomeridiani e le tue colazioni!