È indubbio che bere con regolarità succhi di frutta e verdura fatti in casa, con ingredienti freschi e quindi privi di coloranti, conservanti e zuccheri aggiunti che abbondano nei succhi industriali, abbia effetti benefici sul nostro organismo. Ma anche tra gli “homemade” c’è succo e succo! 
Per assicurarti di mantenere intatti tutti i fitonutrienti della frutta e della verdura, l’ideale è spremerle a freddo, utilizzando un estrattore di succo, da preferire a centrifughe e frullatori. 
Ma una volta acquistato EstraggoPRO, come usarlo? Abbiamo pensato di raccogliere in questo articolo tutti i consigli utili per usare il tuo estrattore ed ottenere sempre il massimo!


Come usare il tuo estrattore la guida definitiva

 

INSERISCI FRUTTA E VERDURA NEL MODO CORRETTO

- Rimuovi sempre i noccioli (da pesca, prugna, ciliegia, albicocca, mango …);
- Taglia in piccoli pezzi i vegetali con fibre lunghe (come sedano, finocchio, ananas, verdura a foglia …);
- Rimuovi le bucce spesse e le parti non commestibili (da melograno, melone, anguria, zucca, agrumi, il raspo dell’uva). Non serve invece togliere le bucce udibili (mela, pesca, cetriolo…);
- Elimina le parti più dure degli ingredienti prima di procedere all’estrazione: per esempio le foglie esterne dei carciofi, la coda della carota, la buccia e i semi della zucca;
- Prima di estrarre erbe, vegetali a foglia o molto fibrosi (per esempio sedano, verze, finocchio, lattuga, spinaci, ananas, cavolo) tagliali in pezzi piccoli. Le fibre lunghe, infatti, potrebbero avvolgersi intorno alla coclea e complicare la pulizia dell’estrattore;
- Utilizza frutta e verdura fresche, meglio se biologiche;
- Lava sempre gli ingredienti prima di utilizzarli.

 

QUANDO E COME BERE IL TUO ESTRATTO

- Bevi il Succo Vivo PRIMA dei pasti: gli enzimi della frutta e della verdura attivano il metabolismo, migliorando la digestione;
- Bevilo subito: il Succo Vivo è del tutto naturale e, in quanto tale, la sua durata non è paragonabile a quella dei succhi commerciali. La vitamina C e il carotene si ossidano a contatto con l’aria, perciò l’ideale è bere il succo appena estratto o nell’arco della giornata. Se questo non fosse possibile, conservatelo in frigorifero in un contenitore di vetro con tappo;
- Fresco è meglio: prova ad usare ingredienti freschi da frigo.

Come usare il tuo estrattore quali ingredienti inserire 

 

NON TUTTI GLI INGREDIENTI SI POSSONO INSERIRE NELL’ESTRATTORE

- NON aggiungere zucchero: la frutta ne è infatti ricca naturalmente;
- NON introdurre nell’estrattore oli o farine. Potrai aggiungere questi condimenti alle vellutate dopo l’estrazione;
- NON mettere nell’estrattore ingredienti bollenti. La maggior parte dei vegetali possono essere estratti tranquillamente crudi (es. pomodori, carciofi, rape, zucca, patate) ma, nel caso dei fagioli, sarà necessario bollirli prima. Lasciali raffreddare un po’ prima di estrarli;
- NON usare ingredienti congelati. Scopri come realizzare gelati, sorbetti, ghiaccioli in questo articolo: “Come realizzare gelati, sorbetti e ghiaccioli con l’estrattore”.

 

E RICORDATI CHE …

La fibra può essere riutilizzata!
Non avere fretta di buttare il residuo dell’estrazione, può essere usato per preparare impasti per dolci, polpette, minestroni, cracker, o usato come concime organico per piante e fiori. Puoi trovare tante “Ricette riciclo” su “Idee per il buonessere”, il nostro esclusivo ricettario.