Conosciamo (solo in parte ancora) l’energia solare, l’energia elettrica, l’energia atomica.
C’è un’altra energia più potente delle altre, con cui si può ottimamente interagire: è l’Energia Vitale.

Impariamo a conoscerla meglio e a capire perchè essa è fondamentale per il nostro benessere fisico.


Energia vitale

 

Che cos'è l'energia vitale e come la possiamo aumentare?

 

Quante volte, sfogliando un libro, siete incappati nel termine di energia?

Energia elettrica, energia nucleare, energia solare, energia eolica e chi più ne ha più ne metta.

Ma raramente, oserei quasi dire mai, vi siete imbattuti nel termine di energia vitale.

 

Si tratta di una forma di energia ai più sconosciuta ma la cui influenza è indissolubilmente riscontrabile in ogni circostanza della nostra vita.

Nonostante sia invisibile essa infatti permea ogni cosa nell'universo: dal nostro pensiero alla materia stessa che compone noi e ciò che ci circonda.

Nota in India fin dal 5000 a.C come prana, è stata considerata fin dal principio la genitrice di tutte le altre forme di energia e di vita.

Il taoismo, filosofia cinese nata nel 3000 a.C, riprese questo concetto sottolineando come l'universo non sia nient'altro che un mastodontico organismo vivente infuso di un'energia ritimica e vibrazionale detta qi.

 

 

L'esistenza di questo tipo di energia fu studiata per la prima volta nella cultura occidentale attorno al 500 a.C dai pitagorici i quali la percepirono come una luce che illuminva il corpo umano e produceva effetti benefici su quest'ultimo.

Un concetto ripreso agli inizi del XII secolo quando, due famosi studiosi, Boirac e Liebeault, affermarono che gli esseri umani possiedono un’energia in grado di provocare un’interazione fra due individui, anche quando questi ultimi non si trovano vicini l’uno all’altro.

Ma fu soltanto nel 1911 che cominciò a farsi strada la nozione di campo di energia umana.


Energia vitale

 

Utilizzando schermi e filtri colorati, il medico William Kilner descrisse l’aura come una nebbia luminosa che circonda il corpo e che varia non solo da individuo a individuo ma anche in base a variabili quali l’età, il sesso, la capacità intellettiva e lo stato di salute.

Dato che alcune malattie si evidenziano come irregolarità nell’aura, Kilner sviluppò un sistema di diagnosi basato sul colore, la struttura, il volume e l’aspetto generale di questo corpo etereo.

 

Nello stesso periodo, Wilhelm Reich, psicologo umanista e discepolo di Sigmund Freud, si interessò a un’energia universale, da lui chiamata “orgone”.
Egli studiò il rapporto esistente fra i disturbi nel flusso dell’orgone all’interno del corpo umano e la malattia psicologica e fisica e giunse alla conclusione che quando forti stati d’animo come la rabbia, la frustrazione, la tristezza e persino il piacere non vengono espressi, l’energia che avrebbe dovuto essere liberata si ritrova intrappolata nel corpo, provocando così una diminuzione del livello di vitalità.

 

Recentemente un gruppo di scienziati sovietici dell’A.S. Popov’s Bioinformatic Institute ha scoperto che gli organismi viventi emettono vibrazioni di energia ad una frequenza che varia dai trecento ai duemila nanometri.

Tale energia è stata battezzata bio-campo o bioplasma.

 

Essa non è altro che una struttura complessa che compenetra e circonda il corpo fisico ed è sempre in trasformazione: è la memoria che istruisce il corpo fisico, i suoi organi e i suoi sistemi e che guida le emozioni e i pensieri.

Si può dunque descrivere come l’insieme delle bio-informazioni necessarie alle all’organismo per sviluppare e trasformare la vita.

Energia toroidale

 

Manifestazione dell'energia vitale: il toroide

 

Negli ultimi anni alcuni scienziati dell'Istitute of Heart Math della California hanno dimostrato come il cuore sia un potente generatore di campi energetici.

Secondo questi studi, il campo elettrico del cuore sarebbe circa 60 volte più ampio di quello generato dal cervello.

Non solo, le onde elettromagnetiche cosi facendo generate sarebbero adirittura 5000 volte più potenti rispetto a quelle del cervello.

Tale campo si estenderebbe fino a tre metri e avrebbe una sagoma toroidale.

Nel toroide l'energia fluisce nella stessa maniera con cui fluisce nelle cellule e negli atomi che formano gli alberi, animali, uomini, pianeti e persino le intere galassie.

 

Nel 1958 la scienza, grazie alle ricerche del fisico americano James Van Hallen, ha infatti scoperto che dal nucleo del nostro pianeta si propaga un enorme campo elettromagnetico a forma toroidale.

Questa barriera è detta anche fascia di Van Allen e ricopre l'importantissima funzione di filtrare le onde radioattive provenienti dal Sole e di trasformarle in luce e calore in modo da consentire e preservare la vita sul pianeta.

Recenti studi nel campo della fisica hanno dimostrato come non solo il campo elettromagnetico della Via Lattea ma addirittura quello dell'intero universo osservabile abbia forma toroidale.

 

Nella geometria sacra il toroide è un'entità energetica pulsante organizzata attorno ad un nucleo centrale avente la funzione di selezionare, correggere, armonizzare e dirigere i flussi di energia in entrata e in uscita.

La legge della conservazione della massa ci insegna che l'energia non si crea e non si distrugge, ma si trasforma!

Ed è proprio questo principio che sta alla base del funzionamento del toroide, dove l'energia scorre verso l'esterno per poi tornare all'interno del vortice venendo cosi continuamente rigenerata e autoriflessa.


PHI

 

Come possiamo generarla? Il PHI e il Gold Disc

 

L'applicazione delle energie toroidali è già oggi una realtà consolidata e possibile.

Ne sono un esempio gli strumenti di armonizzazione energetica personale tra cui spicca il PHI.

 

Piccolo, leggero e impermeabile questo dispositivo non solo è in grado di purificare l'energia toroidale presente in una persona e di armonizzarla con l'ambiente in cui essa è immersa ed interagisce ma assorbe anche le frequenze ambientali indigeste, quelle che danneggiano l'equilibrio energetico della persona causando diversi e improvvisi disturbi alla salute.

 

Composto da tre differenti comparti, ciascuno con una funzione specifica, il PHI utilizza un microchip contente degli Algoritmi di Riarmonizzazione Complessi (ARC).

Si tratta di softwares operativi ideati allo scopo di filtrare, armonizzare, energizzare il flusso energetico che, una volta assorbito dallo strumento, resta intrappolato all'interno dello stesso.

Questi algoritimi sono inoltre in grado di neutralizzare le vibrazioni energetiche distorte che producono un effetto di interferenza distruttiva nei confronti degli esseri viventi.

 

Noi di Siqur Salute abbiamo unito questa tecnologia con il nostro estrattore di succo Estraggo PRO, formando il rivoluzionario LifeEnergy PRO.

Si tratta del primo estrattore al mondo in grado di energizzare la frutta e la verdura inserita all'interno, riprestinando in questo modo l'energia vitale.

 

Il che significa:

  1. -Protezione da tutte le radiazioni elettromagnetiche prodotte dal motore.

  2. -Massima qualità e purezza del succo prodotto.

  3. -Cambiamento della struttura molecolare del succo in una forma più armonica e biocompatibile.

  4. -Riprestino dell'energia vitale del frutto inserito all'interno (in pratica e come se si mangiasse il frutto appena raccolto dall'albero!)

  5. -Aumento dell'attività enzimatica fino al 50 % e trasformazione del succo in un nutraceutico1

 

Non lasciarti sfuggire questa opportunità, acquista LifeEnergy PRO e la tua salute ti ringrazierà!

 

 

 

1 Con il termine “Nutraceutica”, coniato dal Dr. Stephen DeFelice nel 1989 si definiscono quegli alimenti funzionali o farmalimenti che associano a componenti nutrizionali altamente digeribili e ipoallergenici dei principi attivi naturali dalle comprovate e riconosciute proprietà curative.