Quali sono le differenze tra gli estrattori di succhi? Come capire qual è il migliore estrattore, se sembrano tutti uguali? A prima vista è difficile, se non impossibile, capire quando un estrattore di succhi è migliore dell’altro. Il design dei dispositivi è in larga misura standardizzato: tutti gli estrattori hanno un ingresso per la frutta e la verdura, hanno dimensioni discrete per garantirne la collocazione in cucina o sul bancone del bar nel caso della ristorazione, alcuni per praticità hanno il manico, e così via.


Chi fosse interessato a fare un investimento consapevole al 100% dovrebbe smontare l’estrattore e guardarci dentro, capire che tipo di materiali sono stati utilizzati, quant’è resistente il filtro, e non è finita qui. È vitale conoscere l’azienda del vostro estrattore, sapere perfettamente che tipo di assistenza fornisce: anche gli estrattori migliori possono andare incontro a qualche acciacco, soprattutto se si ignora il libretto delle istruzioni!

 

Un elemento determinante per la scelta degli estrattori e che spesso si ignora è il materiale, soprattutto se si è alle prime armi. Nel mondo degli estrattori si sente parlare di tritan, ultem e BPA (Bisfenolo -A). Qual è la differenza tra tritan e ultem negli estrattori? I due materiali formalmente vengono dichiarati BPA Free (per chi non conoscesse il BPA, abbiamo approfondito l’argomento in un precedente articolo). Eppure tra tritan e ultem ci sono grosse differenze: il primo è un materiale più economico dell’ultem, ma anche meno resistente. La resistenza dell’ultem all'usura e alle alte temperature lo rende un materiale completamente atossico, ottimale quindi per il contatto con gli alimenti, come nel caso dei vostri succhi, latte vegetale, omogeneizzati, passate, ecc. Con questo non vogliamo dire che il tritan, al contrario, sia tossico. Appare chiaro però che a parità di prezzo e a parità di design, nella scelta dell’estrattore il materiale può essere un fattore determinante.

 

Volete scegliere l’estrattore migliore in relazione al prezzo e alla qualità? Non fermatevi all’estetica o alla pubblicità ma confrontate le schede tecniche. Imparare a leggere la scheda tecnica di un estrattore è uno dei modi più semplici per scoprire, in totale trasparenza, se state facendo un buon investimento. Vi invitiamo a visionare la scheda tecnica di Estraggo Pro e a contattarci qualunque sia il vostro dubbio.



Estraggo Materiali BPAFree Ultem